CONTENUTO DELLA PAGINA

CULTURA E TURISMO

CULTURA E TURISMO

Etimologia

Come un po' tutte le aree più isolate, anche Talana è una vera miniera di nomi particolari e misteriosi evidenziabili in tutto il territorio, che si sono conservati probabilmente fin dalla Preistoria. Una trattazione più specialistica è riservata agli studiosi di linguistica ed esula dall'argomento di questa guida. Ma appare estremamente interessante riferire almeno due aspetti.

Etimologia

Panorama del paese dalla strada che sale da Coa 'e Serra. Le case appaiono quasi d'improvviso, circondate dale montagne retrostanti

Il primo riguarda il suffisso ''or'', ''oro'', presente in tantissimi nomi di luogo, che per i talanesi indica semplicemente l'acqua. Per esempio, ''Oronnori'', il M. Genziana per i locali, significa e vuole indicare ''l'acqua di Onnori'' e così via.

Il secondo riguarda la genesi e il significato del nome Talana, che insigni linguisti attribuiscono al periodo nuragico o comunque di origine antichissima.
Massimo Pittau afferma infatti che potrebbe rivelarsi nuragica la tripla ripetizione della ''a'', come in Arzana, Sardara, Ardara, Sagama, Shardana, lacana (in dialetto sardo, ''porzione di territorio'') ecc., analogamente al terminale ''...ei'' di Baunei, Urzulei, Orosei. Inoltre, sempre a parere del noto studioso nuorese, Thalna, o in altri casi Thalana, è una divinità etrusca, dea della giovinezza, per cui il nome potrebbe derivare da una presenza etrusca oppure da un intenso rapporto tra nuragici di questa zona ed etruschi, tanto importante da voler consacrare a questa dea un centro abitato.

Altri linguisti affermano che la base di partenza potrebbe essere Tàlara, poi Tàlana e infine Talàna. Il riferimento sarebbe quello di ''luoghi elevati'' o ''zone montane'', come Talòro, Talari, Talassài.

Altri ancora individuano un'origine mesopotamica: la parola Thalana significherebbe ''splendore del cielo''.

[Testi e fotografie tratti da ''Guida di Talana sui monti d'Ogliastra'', collana ''Guide al Territorio della Sardegna'', di Salvatore Colomo - Editrice Archivio Fotografico Sardo Nuoro. Edizione 2009].

Torna all'inizio della pagina

AIUTI, SOTTOMENU DELLA PAGINA E ALTRE SEZIONI DEL SITO

Torna all'inizio della pagina